Il mio primo incontro profondo con il vino è stato grazie a un viaggio con Peter Dipoli in Alsazia.

Da lì ho iniziato ad avvertire il vino in un altro modo, cercando in particolare di capire cosa ci fosse dentro a quel misterioso ed affascinante patrimonio olfattivo che ogni calice contiene. Ho inoltre compreso che anche piccole cantine possono vivere in maniera dignitosa facendo vino in modo onesto e trasparente. Prima, essendo socio conferitore di una cantina sociale, ritenevo di non poter affrontare in prima persona la produzione e la vendita: pensavo fosse insostenibile e, di conseguenza, accettavo il sistema della grande filiera cooperativa. Visitando l’Alsazia, dove ci sono tanti piccoli vignaioli, mi sono reso conto, invece, che avrei potuto farcela quasi solo con le mie forze. Ho poi conosciuto la Borgogna dove ho scoperto cantine di 300 anni che hanno la muffa alle pareti, dotate di pochissima attrezzatura tecnica ma piene di ricchezza umana: perché il vino, poi, lo fanno gli uomini e se hai la volontà e un territorio vocato puoi fare qualcosa di buono anche se sei veramente piccolo. Dopo questi viaggi, nel 1991, ho deciso che avrei fatto il vignaiolo. Nel 1996 mi sono ricavato uno spazio dove vinificare le mie uve, nel 1997 ho iniziato, utilizzando parte dell’uva destinata al conferimento e dopo tre anni ho lasciato definitivamente la cantina sociale.

I Vini

Sauvignon

Denominazione
Trentino
Varietà
Sauvignon
Superficie
1,1ha (su due vigneti)
Altitudine vigneto
290-440 metri slm
Suolo
Terreno abbastanza sciolto caldo con presenza di ghiaia e limo e un 12-15 % di argilla. Il secondo è un terreno molto pesante freddo, ricco di scheletro roccioso e con un contenuto in argilla circa del 33-35%.
Resa/ha
50-60 q.li/ha
Vinificazione
Vinificazione in assenza di ossigeno e senza solforosa, aggiunta prima della fase di decantazione.
Affinamento
Un 50% del mosto fermenta e matura in botte di acacia l´altro vive in acciaio, entrambi rimangono sui lieviti fino a inizio estate, e vengono messi in bottiglia in agosto.
Bottiglie prodotte
6.000

Traminer

Denominazione
Trentino
Varietà
Traminer
Superficie
1,5ha
Altitudine vigneto
300 metri slm
Suolo
Terreno di medio impasto con un contenuto in argilla di circa il 15 % e una forte presenza di roccia arenaria.
Resa/ha
50-55 q.li/ha
Vinificazione
Vinificazione in assenza di ossigeno e senza solforosa, aggiunta prima della fase di decantazione.
Affinamento
Il vino sosta sui lieviti fino a inizio estate, matura solo in acciaio e viene messo in bottiglia in agosto.
Bottiglie prodotte
5.500